fbpx
telegram

Telegram come strumento di marketing: ecco la guida per iniziare

Quali sono le opzioni a disposizione per chi cerca la soluzione giusta in termini di diffusione e promozione dei messaggi? Ecco cosa devi sapere per usare Telegram in chiave advertising. E usare il tuo canale per il web marketing di successo.

Molti si chiedono proprio questo: posso usare Telegram come strumento di marketing?
Certo, una delle caratteristiche della famosa app per messaggistica privata è proprio questa: può diventare facilmente pubblica. Nello specifico, attraverso Telegram non solo hai la possibilità di raggiungere persone specifiche e creare un support in grado di risolvere problemi individuali. Hai anche l’opzione del gruppo senza il limite della visibilità limitata. In modo da creare una sorta di newsletter social.
Proprio così. Le persone si iscrivono al gruppo e ricevono i tuoi aggiornamenti. Hai la possibilità di condividere sui social o sul sito web l’iscrizione e puoi gestire gli iscritti in modo da diffondere i tuoi link. Ma anche altri tipi di contenuti. Questo è un ottimo modo per usare Telegram come strumento di marketing.

Cos’è Telegram, a cosa serve e come si usa

Prima di capire come si sfrutta per l’uso legato al marketing, è giusto capire di cosa stiamo parlando. In breve, Telegram è un servizio di messaggistica istantanea basata su app mobile, piattaforma web e client da scaricare. E da usare comodamente su computer Windows o Apple.
La caratteristica di questo strumento: non è solo uno strumento per comunicare tra due o più persone con i classici gruppi, è possibile creare anche canali. Vale a dire chat che possono essere anche pubbliche, quindi associate a username e con permalink raggiungibile da ogni utente.
Il numero di iscritti è illimitato e questo fa capire che si può trasformare in un attimo in ottimo strumento di web marketing. Perché puoi fare subito un passaggio chiave: crei un canale per i tuoi utenti, lo colleghi sul sito web e inizi a pubblicare contenuti utili alle persone che vuoi raggiungere. Tutto questo senza dimenticare un passaggio chiave: oltre a pubblicare messaggi di testo, foto, video, immagini, GIF e sticker puoi inserire messaggi vocali. Creando così una sorta di canale podcast. E poi ci sono i Bot che permettono di eseguire funzioni automatizzate per dare caratteristiche specifiche al proprio canale, come la condivisione di video YouTube. Ma questo è solo un esempio delle tante possibilità.

Usare Telegram: è gratis o a pagamento?

Per ora gratis e senza pubblicità, ma le cose cambieranno. Telegram nasce nel 2013 grazie all’impegno di due fratelli russi, Nikolaj e Pavel Durov. Il 23 Dicembre 2020 la piattaforma ha raggiunto i 500 milioni di utenti attivi al mese (fonte Wikipedia). La notizia è stata accompagnata da una novità: su Telegram ci saranno pubblicità per finanziare la gestione. La precisazione è che saranno ADV
Advertising (abbreviato ADV) poco intrusive, che non cambieranno l’app e che non daranno fastidio all’user experience e alla gestione.

Come accedere a Telegram, le soluzioni

Nella maggior parte dei casi, le chat hanno come riferimento l’applicazione da smartphone. In realtà Telegram consente di utilizzare diverse soluzioni per la gestione delle attività. Queste sono le opzioni:

  • App per smartphone.
  • Applicazione online.
  • Client desktop.

Per approfondire puoi andare nella pagina ufficiale dove trovi i link a tutte le versioni da scaricare per iniziare a chattare:
telegram.org/apps.
In realtà tutto può essere gestito anche da singole estensioni browser come quella di Chrome
Se preferisci usare Telegram come strumento di marketing è giusto considerare un punto: da desktop si lavora meglio. Molto meglio.
Se vuoi sfruttare tutte le possibilità offerte da questo tool puoi avere massima flessibilità e gestione delle varie pubblicazioni, anche se alcune funzioni funzionano meglio da mobile. Ad esempio quella che ti consente di fissare in alto un messaggio per renderlo più visibile e cliccabile.

Telegram, i gruppi e i bot: cosa sapere?

Di sicuro sono le funzioni principali da conoscere se vuoi usare Telegram come strumento di marketing. Qualche dettaglio in più per approfondire e muoversi nel miglior modo possibile? Ecco i punti che ti devono guidare. Cosa sono i gruppi pubblici di Telegram
Con questo termine intendiamo una particolare funzione di Telegram che consente di generare delle stanze di discussione pubbliche in cui hai la possibilità di radunare persone interessate al tuo tema. Il vantaggio essenziale: chi si iscrive può ricevere la notifica del tuo update. Questo consente di trasformare i canali in potenti strumenti per mantenere un legame con i tuoi lettori. O con i potenziali clienti. Ma come si crea un profilo pubblico su Telegram per usarlo in termini di marketing? Basta andare nell’applicazione, selezionare il menu e cliccare su nuovo. Scegli il nome e inizia a raccogliere persone interessate al tuo lavoro.
Hai un link condivisibile che puoi usare per fare cross sharing, quindi per condividerlo su altri social. Puoi anche aggiungere un’icona sul sito web con link al canale pubblico e magari seguire altri stratagemmi come il collegamento come firma nello status di Skype o nella firma HTML email.

Quali sono i migliori BOT di Telegram

Per ottenere il massimo dal tuo canale Telegram devi essere in grado di riconoscere e usare i migliori bot. Vale a dire programmi che permettono di automatizzare alcune azioni specifiche. Quali sono i più utili? Meglio approfondire prima un punto: capire come si interagisce con questi.
Bisogna aggiungerli al canale e poi inserire il simbolo (/) per avere la lista delle funzioni. Ed ecco che è chiara la struttura utile per lavorare con i bot. A questo punto però cerchiamo di capire quali sono quelli indispensabili.

Questo è solo un assaggio. Per avere informazioni sui programmi di automazione puoi usare una risorsa utile:
telegram.me/storebot.
Vale a dire il luogo in cui puoi trovare tutti i meccanismi utili in base agli interessi.

Telegram come strumento di marketing

Vuoi sfruttare quest’applicazione – a metà strada tra la chat, la newsletter e il canale podcast – per ottenere vantaggi concreti per la tua attività?
Bisogna partire da un presupposto: Telegram è gratuito ma usarlo non è a costo zero. Come per ogni attività promozionale parte da una serie di riflessioni.

Come creare una strategia di marketing con Telegram?

Devi valutare la presenza di un pubblico di riferimento, di contenuti utili al tuo scopo e una serie di strategie di web marketing.
Rispondi alle domande dei clienti
Lo puoi fare in modo virtuoso, anche automatizzato. Con un bravo esperto di Telegram puoi fare in modo che tutto questo avvenga in automatico.

Aggiorna le persone con contenuti del blog


Uno dei metodi migliori per usare Telegram come strumento di marketing: condividere link in modo da aumentare le visite del blog. L’idea è quella di alimentare le persone che ti seguono con contenuti utili. Crea un calendario editoriale in modo da gestire le pubblicazioni senza abbondare con contenuti estremamente puntati verso la promozione. Le persone devono essere felici di ricevere i tuoi aggiornamenti. Lo puoi fare automatizzando tutti i processi e creando un vero e proprio canale automatizzato. Come, ad esempio, @AndroidNewsRobot. Questo chatbot (Un Chatbot è un programma per computer che simula le conversazioni umane. Sono anche noti come assistenti digitali. I chatbot interpretano ed elaborano le richieste) dà notizie sulle ultime versioni di Android e informazioni.
Ovviamente non c’è bisogno di fare per forza affidamento agli automatismi: anche una versione manuale del canale può aiutare a lavorare meglio con la propria community e ottenere buoni risultati anche su Telegram. Ad esempio, puoi creare dei quiz per attivare l’engagemen
Una strada interessante: sul canale Telegram puoi condividere link e sconti che le persone possono trovare interessanti. Ad esempio, puoi seguire un bot per tracciare i migliori prezzi su Amazon e condividere con i follower.
Questa strategia è molto utilizzata anche da chi fa affiliazione. Se vuoi guadagnare con i programmi di tracciamento link puoi creare un gruppo dedicato alle offerte e ai prezzi più bassi, o magari alle recensioni, e condividere i link con il tag che ti permette di incassare la percentuale.
Vuoi aprire un canale Podcast? Puoi farlo con il tuo canale Telegram. Come suggerito, su questo strumento puoi fare in modo che si condividano dei file audio che le persone possono ascoltare e scaricare ma anche condividere. L’idea di base è creare un punto di riferimento per i tuoi clienti.
Lo puoi fare registrando e condividendo puntate di un podcast vero e proprio attraverso uno strumento semplice ed efficace. Ma soprattutto gratuito e già predisposto per la condivisione dei migliori file audio.


Telegram come strumento di marketing?
Sì, può e deve essere inteso come tale. Perché oggi la condivisione dello strumento smartphone è sempre maggiore e c’è bisogno di una grande consapevolezza del fatto che con quest’app puoi ottenere grandi risultati.

Fonte

iscriviti alla newsletter